Vorresti una piscina? Ecco come realizzarla con meno di 100 euro (non è uno scherzo)

1- COSA OCCORRE PER COSTRUIRE UNA PISCINA CON DEI PALLET (MATERIALI)

Grazie ai pallet, con meno di 100 euro è possibile progettare e dare vita ad una piscina tanto economica quanto confortevole. Proprio così: si può creare una piccola oasi in cui rilassarsi e divertirsi, da soli o in compagnia degli amici, spendendo davvero poco. Tutto ciò di cui si ha bisogno è rappresentato, oltre che da nove pallet, da una recinzione in bambù, da un rotolo di adesivo impermeabile, da tre teli di protezione di grandi dimensioni, da un martello e da alcuni chiodi. Servono, inoltre, delle placche di bambù, una dozzina di asciugamani usati e quattro cinghie.

Non bisogna lasciarsi spaventare da tutti questi materiali, perché in realtà il procedimento da seguire è molto semplice: anche chi non è un esperto di fai da te o ha poca dimestichezza con il bricolage e con i lavoro di casa può riuscire a costruire la piscina con i pallet. Una piscina ecologica, visto che permette di riciclare materiali che altrimenti sarebbero destinati a finire nella spazzatura, ed economica, perché – come detto – sono sufficienti poche decine di euro per portarla a termine.

2- LE FASI DI COSTRUZIONE DELLA PISCINA A PALLET

La prima cosa da fare è stendere per terra, nel punto in cui si vuole realizzare la piscina, uno dei teli di protezione: dopodiché occorre collocare al di sopra del telo i pallet, posizionandoli in circolo. Un circolo chiuso, ovviamente, perché il perimetro dei pallet corrisponderà a quello della piscina. Successivamente, è necessario ricorrere alle cinghie per fissare tra loro i pallet: così facendo, si ha la sicurezza che la struttura sarà resistente e stabile nel corso del tempo. Ora, all’interno della struttura deve essere steso un altro dei teli di protezione: gli angoli, cioè i punti tra un pallet e l’altro, vanno rinforzati con gli asciugamani, per evitare che l’acqua fuoriesca.

Nella parte esterna della struttura devono essere poste le placche di bambù: infine, l’ultimo telo di protezione deve essere inserito nel centro della piscina; con un po’ di nastro adesivo impermeabile lo si fissa alla struttura. La parte esteriore della struttura può essere decorata come si vuole, sempre con le canne di bambù: insomma, anche se si usano dei materiali di scarto e di riciclo come i pallet, non è detto che la piscina debba essere brutta a vedersi o poco piacevole dal punto di vista estetico. Ebbene, a questo punto la piscina è pronta.

3- LA FOTO DELLA PISCINA FINITA

Come si vede, non è per niente difficile realizzarla nel giardino di casa, ma anche in cortile o in qualsiasi altro spazio all’aperto, una piscina con i pallet: nel caso in cui si desideri una piscina di dimensioni maggiori, chiaramente, non bisogna fare altro che aumentare il numero di pallet così da aumentare il diametro interno. Con l’aiuto di alcuni teloni di protezione, non ci sono rischi di fuoriuscite: non rimane altro da fare che riempire la piscina con l’acqua e poi cominciare a divertirsi. Un tuffo in un pomeriggio assolato è quanto di più divertente si possa desiderare: e se lo si può fare senza spendere niente, ma beneficiando di una piscina costruita con meno di 100 euro, il divertimento è ancora maggiore.

Ovviamente, per evitare qualsiasi tipo di inconveniente, in modo particolare quando si usano i chiodi e il martello, è consigliabile indossare un paio di guanti protettivi: per il resto, comunque, non ci sono rischi di alcun genere e questo lavoro può essere svolto anche da persone non abituate a martellare e a costruire. Un ulteriore pregio di questa piscina low cost è che può essere smontata e rimontata con grande rapidità e con altrettanta facilità. La presenza dei teloni di protezione – con o senza angoli rinforzati – è, infine, una garanzia di longevità.

Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2022 da Adamo Davide