UN FUORISTRADA CON UN LETTO PER GLI AVVENTURIERI

FUORISTRADA-LETTO-AVVENTURIERI-3

Sponsored links

2- COSA OCCORRE PER REALIZZARE UN FUORISTRADA CON UN LETTO PER GLI AVVENTURIERI

Prima di tutto, per essere sicuri di non fare danni troppo costosi, è meglio usare, inizialmente, un auto usata, magari una di quelle che non sono più utilizzabili in modo da essere tranquilli, almeno la primissima volta. La prima operazione da fare è sicuramente quella di togliere i sedili posteriori dell’auto: si possono facilmente smontare con gli utensili adatti, nella parte posteriore, infatti, si trovano i bulloni da svitare. Una volta fatto ciò, dovrete eliminare naturalmente anche i binari su cui poggiano i sedili.

A questo punto viene la parte un pò più difficile, ovvero la modifica del telaio. Questa modifica deve rendere l’auto adatta all’inserimento del letto, senza però creare danni all’auto. Prima di fare ciò, dobbiamo già avere in mente che tipo di letto vogliamo inserire all’interno del veicolo: sarebbe meglio scegliere un letto il più leggero possibile, per non appesantire troppo l’abitacolo, meglio se ad una piazza e mezzo, poichè il matrimoniale non sempre ha le dimensioni giuste per poter essere posizionato. Ora, adeguandoci al tipo di letto ed alle sue dimensioni, andiamo a modificare il telaio: la cosa importante è, ad esempio, togliere la tappezzeria che ricopre la parte interna del bagagliaio. Inoltre, dobbiamo limare l’apertura stessa del bagagliaio, rendendola il più possibile rettangolare, in modo da poter inserire il letto facilmente e poter aprire la cassettiera. Per fare ciò ci possiamo rivolgere ad un carrozziere in modo che lui stesso possa consigliarci dei metodi precisi di modifica, quali attrezzi utilizzare e dei sistemi di apertura e chiusura del portellone posteriore completamente sicuri, senza rischiare che, durante la marcia, il letto si muova e spingendo apra quello che era il vano porta bagagli.

Pagina 2 di 3