Un frutteto sul balcone: come coltivare la frutta senza avere un giardino

coltivare la frutta casa metodi

Sponsored links

Foto: come coltivare la frutta in terrazzo

Si dice sia un talento innato che consente di far crescere fiori ed alberi rigogliosi e forti, anche se non si ha molto spazio a disposizione. Stiamo parlano del “pollice verde”, ovvero di quel tocco quasi magico che permette di creare piccole oasi tropicali nel pieno centro di metropoli affogate nei gas dei tubi di scarico delle automobili. Sui vostri balconi è possibile coltivare un intero frutteto, anche in pochi metri quadri! Scegliendo le piante giuste, infatti, e seguendo delle semplici regole è molto facile coltivare gli “alberi da frutto nani” direttamente in vaso. E’ possibile coltivare, con estrema facilità, il ciliegio, il limone, la vite, le fragole, il melo e le pere (come vedremmo nel dettaglio da pagina 2)

1 – Scegliere la posizione giusta

Coltivare alberi da frutto nani è molto più semplice che coltivare quelli standard perché essendo, la maggior parte, risultato di innesti sono molto più robusti e resistenti rispetto agli attacchi da parte degli agenti patogeni esterni. Un regola, però, che non va mai disattesa è l’esposizione perché questi alberi hanno bisogno di molto sole per poter produrre frutti succosi e buoni da mangiare. Scegliete, dunque, una posizione ben esposta al sole durante la giornata. Se necessario mettete dei frangivento, senza però soffocare i vostri alberi. Ricordate che hanno bisogno di aria per respirare!

2 – Scegliere i vasi giusti

Per quanto nani, i vostri alberi hanno bisogno del giusto spazio per poter crescere. Scegliete, quindi, vasi abbastanza profondi, in modo che le radici si possano sviluppare. Accertatevi, inoltre, che i vasi abbiano i fori per lo scolo dell’acqua in eccesso perché le piante da frutto non sopportano i ristagni.

Da pagina 2 elencheremo i tipi di frutta che meglio si prestano ad essere coltivati nel terrazzo di casa.

Pagina 1 di 4