Il limone per pulire metalli come ottone, rame e argento

pulire_rame_argento_metalli

Sponsored links

5° UTILIZZO ALTERNATIVO: Il limone per pulire metalli come ottone, rame e argento

Il limone è un prodotto che può tornare molto utile nel momento in cui si ha la necessità di pulire i metalli, dal rame all’ottone, passando per l’argento: si tratta di una eccellente alternativa rispetto ai prodotti che si possono acquistare al supermercato anche perché è una soluzione low cost. Come bisogna usarlo, quindi? Se si ha la necessità di pulire degli oggetti in ottone, è sufficiente bagnare un panno morbido con del succo di limone per poi strofinarlo direttamente sulle superfici. Nel caso in cui gli oggetti siano di piccole dimensioni e possano essere messi in ammollo, è sufficiente riempire una bacinella con acqua acidulata con il succo di limone e immergerveli, non lasciandoli per troppo tempo per evitare di corroderli.

Per quel che riguarda gli oggetti in rame, anche se molto antichi e quindi di valore, un rimedio della nonna ma assolutamente efficace è quello che prevede di strofinarli con qualche foglia di carciofo bagnata nel succo di limone. Quando il problema è rappresentato da macchie molto scure che non ne vogliono proprio sapere di andare via, c’è un trucco molto semplice da mettere in pratica: si prende un limone, lo si taglia a metà e lo si cosparge sulla polpa con del sale, per poi strofinarlo sulle superfici che devono essere trattate. Il rame può essere lucidato con il limone anche in un altro modo: si usa il succo dell’agrume per bagnare il bianco di Spagna, vale a dire il classico gesso in polvere che può essere comprato sotto forma di carbonato di calcio in farmacia, per poi strofinarlo sulle superfici con un panno morbido.

Come detto, il limone si dimostra molto utile anche per la pulizia dei metalli preziosi, come per esempio l’argento: si strofinano le posate, i vassoi e gli oggetti in argento con il succo di limone. In alternativa, per altro, si può ricorrere anche alla cenere (nel caso in cui si prediliga un metodo di pulizia a secco), per poi passare per alcuni secondi la metà di un limone tagliato.

Pagina 1 di 1