Le lenzuola rosse o nere attraggono le cimici

Fino ad ora non ci eravamo mai preoccupati del colore delle lenzuola, anzi, rosse e nere ci sono sembrate le piú romantiche. Ma ora uno studio conferma e addirittura mette in relazione colori e cimici dei letti. Insetti che si annidano nei materassi o nei sedili dei mezzi pubblici, chiamate, appunto, cimici dei letti e sono parassiti che si nutrono di pelle morta e sangue. Amano anche il legno, e a tal proposito si  nascondono tra le doghe del materasso. Questi insetti sono la preoccupazione anche di chi dorme in hotel, ostelli, treni e autobus, e a quanto pare amano alcuni colori più degli altri.

Secondo lo studio della dottoressa Corraine McNeill, le cimici dei letti odiano il verde e il giallo, mentre sono attirate dai colori rosso e nero. Ecco perché è meglio evitare lenzuola di questi due colori. Gli scienziati hanno posto le cimici davanti a una scelta, cioè a dei rifugi con colori diversi. Ciò che ne è venuto fuori è che le cimici prediligevano il rosso e in nero, mentre evitavano il verde e il giallo.

Quali potrebbero essere le motivazioni? In base alle ipotesi le cimici cercano il rosso perchè loro stesse appaiono rosse e vogliono stare insieme ai loro simili. Il giallo e il verde, invece, pare che siano rifiutati per la loro brillantezza, stessa caratteristica anche di altri insetti. Il giallo e il verde sono tonalità che ricordano l´ambiente naturale, un ambiente ostile in cui la sopravvivenza è sempre rischiosa.

Questi insetti non trasmettono malattie infettive ma, ovviamente, la loro presenza e il loro morso non li rende certe piú simpatici. La città di New York conosce bene questo annoso problema, che con l´igiene pare possa avere poco a fare: essi si annidano anche in lussuose camere d´albergo, per intenderci. Le punture, tramite cui le cimici estraggono il sangue, provocano delle piccole macchie rosse e prurito, ma al di là del fastidio  non sono pericolose.

Una casa infestata dalle cimici da letto va bonificata da un esperto in disinfestazione, altrimenti c’è il pericolo che il problema non si risolva in modo definitivo. Ma come si sono diffuse?  Hanno giocato a loro favore lo sviluppo di una resistenza (da parte degli stessi insetti) agli insetticidi in uso al giorno d’oggi, una volta che il DDT è stato considerato tossico. Ora, invece, questi insetti, hanno sviluppato una perfetta ambientazione anche nei paesi piú evoluti.  Anche il turismo ha favorito lo sviluppo delle cimici, perchè amano rifugiarsi anche nelle valigie, o nei sedili di treni o aerei.

Una  ditta di disinfestazione  dispone di personale esperto, che sa come operare senza esporre a sostanze tossiche gli abitanti dei locali.
Le tecniche di disinfestazione si basano generalmente sull’uso di insetticidi non tossici per l’uomo e di un particolare strumento portatile, capace di innalzare la temperatura di una stanza a un livello di 50°C per le cimici da letto e le loro uova. In alternativa potete considerare il fai da te. 

Pagina 1 di 1