I cocci rotti non buttarli: realizza queste creazioni spettacolari

cocci rotti 2

Sponsored links

Il mondo non finisce mai di stupirci con l’ attività artigiana inventata da uomini e dalle donne del pianeta. Tante sono le curiosità e gli oggetti che meriterebbero almeno una piccola citazione per l’estro e l’ingegnosità dei loro creatori. Con prodotti di  bricolage e fai da te creano ed  auspicano  successo, gratificazioni,  remunerazioni da capogiro.

L’erba del vicino è sempre la più verde.

Il vicino che ha l’orto confinante con il mio, sino a poco tempo fa lo coltivava seguendo le regole ataviche della tradizione, un piccolo accampamento vegetale diviso in quadrati perfetti da un cardo e  da un decumano lastricati di piastrelle sassose,  in stile  bricolage e fai da te. Al centro il contenitore dell’acqua per annaffiare, coperto e inaccessibile alle zanzare. Da un lato le piante perenni, un fico e l’immancabile cespuglio di rosmarino, dall’altro le annuali divise in aromatiche e verdure da taglio. E vai con piccoli filari perfetti di carote, cipolle, agli, cicoria, indivia, lattuga romana, pomodori, carciofi, melanzane. Né mancavano zucche, cetrioli e il prezzemolo. Una miniatura seguita con cure quotidiane e deliziata dalla presenza di qualche pianta da fiore. La rosa era la regina attorniata da calle, giunchiglie, narcisi e giacinti a piccoli gruppi. Guardavo con ammirazione reverenziale un tale prodigioso spettacolo ogni volta che m’affacciavo alla finestra. Le foto da pagina 2 >

Pagina 1 di 3