Ecco che sostanze contiene il cartone della pizza da asporto (attenzione)

pizza-cartone-asporto

Sponsored links

Nella società moderna, ognuno di noi ha a che fare – quotidianamente – con un numero incredibile di contenitori in cartone e in plastica. Tutto ciò che acquistiamo, praticamente, è contenuto dentro scatole o sacchetti che poi, gettiamo via, producendo tonnellate e tonnellate di rifiuti solidi. Dovremmo pensare con maggior attenzione, a come le confezioni che contengono, ad esempio, gli alimenti che consumiamo, possano presentare pericoli per la nostra salute, ma anche ovviamente, per l’ambiente, che è sempre più saturo di rifiuti, spesso smaltiti senza osservare le normative di sicurezza ambientale.

Prendiamo i cartoni per il trasporto delle pizze da consumare in casa. Nessuno ci pensa, ma possono essere pericolosi per la nostra salute e anche per l’ambiente. Sapevate che, ogni giorno nel nostro Paese, vengono utilizzate circa 1,5 milioni di scatole di cartone per il trasporto delle pizze? E’ un numero impressionante, che rende esplicito come, in Italia, sempre più spesso si ricorra ai pasti acquistati fuori, per risparmiare tempo, e anche denaro. Una bella pizza cotta a legna, e recapitata a domicilio, risolve molte cene, anche tra amici.

pizza

Nulla di male, se però avessimo la certezza che, il cartone utilizzato per trasportare queste pizze, non contenga elementi nocivi per la salute. Ma non basta, perché oltre agli eventuali rischi sanitari, lo smaltimento di questo cartone, unto e sporco di residui alimentari, è difficile da realizzare.

Negli ultimi tempi, sul tema “scatole di cartone per il trasporto delle pizze”, si sono mosse molte organizzazioni a tutela dei diritti dei consumatori. Diverse le denunce presentate, dopo che sono state effettuate analisi di laboratorio che hanno evidenziato la presenza di sostanze tossiche, potenzialmente nocive per la salute.  L’ARTICOLO CONTINUA A PAGINA 2 >>>>

Pagina 1 di 2