Da vecchi maglioni a caldi guanti per l’inverno (il fai da te semplice e veloce)

guanti 2

1 – Introduzuone

All’arrivo l’inverno, vi trovate ogni anno col guardaroba affollato di vecchi maglioni che non mettete più perché sono rovinati, infeltriti e fuori moda, ma vi scoccia buttarli? Preparatevi allora a riutilizzarli,trasformandoli in calde e morbide moffole: la realizzazione dei celebri e soffici guanti senza dita, molto usati dagli esquimesi, è davvero semplice e con questo tutorial scoprirete come realizzarle in pochi minuti. Le moffole, poi, possono andare accessoriate e personalizzate, e se iniziate per tempo a fare il repulisti del guardaroba invernale potete prendere due piccioni, anzi tre, con una fava: liberare spazio nell’armadio, avere dei caldi guanti per l’inverno e creare dei regalini belli e originali per i vostri cari. Pronti per iniziare?

2 – Cosa serve

Per le moffole si possono usare diversi tipi di maglie e tessuti. Usando i tessuti avrete una stoffa che si sfilaccia meno ma sarà tendenzialmente meno elastica. Usando invece la maglia, dovrete fare particolare attenzione alle fasi di taglio e cucitura, poiché se tirate i fili ai bordi, o se non li cucite bene, il pezzo da lavorare si smaglierà, rovinando il risultato finale: in alternativa dovrete infeltrire la lana. Noi ovviamente consigliamo la maglia infeltrita, perché è calda ed elastica allo stesso tempo. Ecco cosa vi serve:

Un vecchio maglione che non rimpiangerete una volta tagliato; Un pennarello

Le forbici; 10 spilli. L’articolo continua da pagina 2. A pagina 3 il video >

fare i guanti

Un ago da cucire, possibilmente abbastanza lungo e con la cruna larga; Filo da ricamo

Decorazioni a scelta (filo per ricamare, nastri, bottoni, campanellini)

3 – Come si fa

  • Innanzitutto, se il maglione non è infeltrito, infeltritelo. Basta un lavaggio ad alta temperatura e con una centrifuga potente, asciugandolo poi al caldo.
  • Rovesciate il maglione in modo che le cuciture siano esterne e poi appoggiate la mano sinistra sul lato sinistro del maglione, tenendo il lato del mignolo lungo la cucitura esterna (così avrete una cucitura già fatta) e il pollice leggermente divaricato. Fate lo stesso con la mano destra, posandola sul lato destro. Appoggiate le mani abbastanza in alto da ricavare una sufficiente lunghezza per il polsino.
  • Col pennarello, disegnate il contorno della vostra mano: non seguite il contorno della punta delle dita, ma tracciate un segno ad arco al di sopra di esse. Ora ritagliatelo con le forbici, lasciando un bordo di circa un centimetro, avendo cura di tagliare entrambi gli strati del maglione e di tenerli allineati e combacianti.
  • Ora fissate i due strati con gli spilli lungo tutto il bordo e cucite a mezzo centimetro dal bordo: usate il filo da ricamo, che è solido e allo stesso tempo è delicato sulla maglia e non taglia le fibre.
  • A questo punto tagliate lungo la cucitura e rivoltate il guanto dentro – fuori. È il momento di decorare il guanto con l’uso di tutto ciò che vi piace di più. Potrete ricamarlo, accessoriarlo con nastri, bottoni e allegre campanelle.
  • Ripetete tutto il procedimento anche per il secondo guanto!
Pagina 1 di 1