Cosa bisogna sapere quando compri una bottiglia di plastica (sui numeri nel retro)

bottiglie di plastica simboli 2

Quante bottiglie di plastica acquistiamo? Ci siamo mai soffermati a immaginare il numero di bottiglie che ogni giorno dal supermercato portiamo a casa? In Italia solo nel 2015 è stato stimato che abbiamo consumato 192 litri a testa, ma in bottiglia compriamo anche olio di semi, succhi di frutta e altri liquidi che abitualmente utilizziamo per preparare pietanze. Per non parlare non solo delle bevande ma anche dei contenitori e gli imballaggi per i cibi. Ma ci siamo davvero mai chiesti se la plastica utilizzata è sempre uguale? Abbiamo mai fatto caso ai simboli che sono impressi sul fondo del flacone? Diciamo la verità, magari ci siamo soffermati a leggere l’etichetta del prodotto, ma della confezione non ci siamo mai interessati a fondo.

E’ arrivato il momento di porre la dovuta attenzione anche ai simboli sul flacone in modo da capire che non tutte le plastiche sono uguali.Avete presente quel triangolo con un numero al centro? Ecco quel simbolo vi indica che tipo di plastica è. Da 1 a 7, la direttiva europea 94/62/CE ha associato un significato a ogni numero. Conosciamoli assieme! Vediamo nelle prossime pagine, brevemente, il significato dei simboli da 1 a 7, per la nostra salute >

pete 1

1. PET o PETE con associato il numero 1. E’ la plastica più usata per contenitori, bottiglie e imballaggi per alimenti e bevande. PET o PETE sigla del Polietilentereftalato. Essa è destinata ad applicazioni monouso; un’uso ripetuto aumenta il rischio della crescita batterica. Queste bottiglie, se riutilizzate più e più volte, possono rilasciare i metalli pesanti e sostanze chimiche che influenzano l’equilibrio ormonale. Il parere di esperti è quello di utilizzare le bottiglie di plastica una sola volta, massimo un paio di volte.

2. HDP o HDPE con associato il numero 2. Questa sigla corrisponde al polietilene ad alta densità, plastica che non rilascia sostanze chimiche. Si tratta di una plastica dura usata per le bottiglie di latte, olio e acqua. Inoltre essendo riciclabile è una delle plastiche con minor impatto ambientale.

numero plastica 3 4

3. PVC o 3V con associato il numero 3.E’ il conosciutissimo cloruro di vinile. Questo tipo di plastica rilascia sostanze chimiche tossiche che possono avere effetti negativi sul nostro equilibrio ormonale. E’ bene non consumare alimenti e bevande contenuti in questi imballaggi.

4. LDPE con associato il numero 4. Siamo di fronte all’acronimo inglese del polietilene a bassa densità. Questo tipo di plastica è usato solo per i sacchetti per cibi, quindi diffidate dalle bevande contenute in LDPE.

bottiglie numeri sotto

5. PP con associato il numero 5. Un altro materiale plastico che viene usato per i vasetti dello yogurt o per il ketchup. Il polipropliene è una plastica eccellente, resistente, igienica ma al tempo stesso leggera.

6. PS con associato il numero 6. E’ il classico polistirolo idoneo al contatto alimentare. Resistente, isolante, igienico e atossico viene utilizzato per confezionare carne, pesce, ortaggi. Il polistirolo è dappertutto in cucina ma attenzione perchè non è propriamente salutare.

codici plastica

7. PC o plastiche non etichettate con associato il numero 7. E veniamo all’ultima plastica, il policarbonato (da non usare mai nel microonde!) e alle altre plastiche come  il bisfenolo A (BPA), con il quale sono prodotti biberon e stoviglie per bambini, ma lo ritroviamo anche in altri contenitori. Attenzione perchè questo composto è considerato fattore di rischio per l’insorgenza di alcuni tumori.

Le plastiche più sicure sono quelle con i numeri 1,2,4,5. Le altre possono rilasciare sostanze pericolose per la salute e l’ambiente.

Pagina 1 di 1