COME RICICLARE LE LENZUOLA: 10 IDEE

1- INTRODUZIONE

RICICLARE-LENZUOLA-3

Sponsored links

Le lenzuola sono soggette ad un’inevitabile usura, dovuta al fatto che vengono utilizzate tutti i giorni per diverse ore al giorno: dopo un po’ di tempo, pertanto, è normale che risultino rovinate e che non siano più belle come agli inizi. Anche se si ha a che fare con delle lenzuola non più utilizzabili per rifare il letto, in ogni caso, non è detto che esse debbano per forza essere buttate nella spazzatura: con un po’ di inventiva e di creatività, infatti, è facile individuare e mettere in pratica dei metodi per riciclarle e riusarle in modi differenti, a seconda degli scopi che ci si prefigge.

Le soluzioni a cui si può pensare sono molteplici: per esempio, è possibile trasformare le lenzuola in sacchetti colorati al cui interno mettere ciò che si vuole. Che si tratti di conservare i peluche dei bambini, i giocattoli dei cani, i soldatini, i libri o qualsiasi altro oggetto, è sufficiente ripiegare le lenzuola su se stesse per avere a disposizione una vera e propria sacca in grado di assicurare ordine e pulizia in qualsiasi stanza della casa. Lo si può fare, per altro, anche con lenzuola sporche o comunque macchiate. Ma che cosa serve per riciclare le lenzuola? TE LO MOSTREREMO DA PAGINA 2 >

2- COSA OCCORRE PER RICICLARE LE LENZUOLA

RICICLARE-LENZUOLA-5

Come detto, non c’è bisogno di fare ricorso ad altri oggetti o a soluzioni particolari: tutto sta nell’aguzzare l’ingegno e sfruttare la propria fantasia pensando a tutte le soluzioni in cui si potrebbe avere la necessità di un telo. Per esempio, chi ha un giardino o anche solo un orto di piccole dimensioni può beneficiare di una protezione ottimale dal gelo collocando un vecchio lenzuolo sulle piantine che devono essere tenute al riparo dal freddo: è noto che le gelate notturne e il ghiaccio possono avere conseguenze piuttosto pericolose sulla salute e sull’incolumità dei vegetali e con questo semplice rimedio si può essere certi di non rovinare le proprie coltivazioni.

Sempre con uno o più lenzuola vecchie, inoltre, è possibile dare vita ad un tappetino o a uno zerbino da collocare dentro o fuori casa: l’ideale sarebbe usarlo all’interno del proprio appartamento, magari in camera da letto o il bagno, visto che la morbidezza e la delicatezza del tessuto permetterebbero anche di camminarvi sopra a piedi nudi. Ma i consigli che si possono mettere in pratica per riciclare le lenzuola vecchie ed evitare di buttarle prima del tempo sono davvero tante: perché non trasformarle, per esempio, in un comodo e accogliente pigiama?

3- COME FARE PER RICICLARE LE LENZUOLA

RICICLARE-LENZUOLA-7

Anche in questo caso, è sufficiente un po’ di esperienza con ago e filo, o con la macchina da cucire, per fare in modo che un lenzuolo assuma le sembianze di un paio di pantaloni di un pigiama leggero, da indossare nel corso della stagione primaverile o di quella estiva. Chi ha sempre voluto rilassarsi su un’amaca, poi, può realizzare il desiderio appendendo un lenzuolo ai tronchi di due alberi: con un pezzo di corda e un paio di chiodi il gioco è fatto.

Non bisogna dimenticare, poi, i benefici che le lenzuola sono in grado di offrire dal punto di vista della protezione: non solo protezione dal freddo, come si è visto in precedenza, ma anche protezione dalla luce del sole, i cui raggi – specialmente in estate – potrebbero essere troppo potenti e dunque pericolosi, soprattutto per la pelle dei bambini più piccoli. Coprendo la loro culla o il box in cui giocano con un lenzuolo si evitano tutti i rischi. Ancora, le lenzuola possono essere riconvertite in tende, in un telo da usare al mare per non sporcarsi a contatto con la sabbia o, semplicemente, in un gioco da far mordere al proprio cane per permettergli di divertirsi sempre.

Sponsored links
Pagina 1 di 1