Come ricaricare un cellulare con una batteria da 9 Volt (video tutorial)

carica cellulare batteria 2

1 – Introduzione

Lo sapevate che potete ricaricare il vostro smartphone con una batteria da 9 Volt? In un periodo nel quale le compagnie telefoniche preferiscono investire più sull’aspetto estetico e sulle prestazioni hardware che sulla batteria, un metodo per far crescere l’autonomia di un cellulare può essere sicuramente gradito. Tutti coloro che hanno utilizzato uno smartphone almeno una volta nella vita sanno che la durata della sua batteria è mediamente bassa rispetto alla sua qualità. In alcune circostanze, è necessario adoperare il dispositivo con il massimo della parsimonia.

Anche una semplice telefonata, o la visione di un video, o lo scatto di una fotografia diventano operazioni molto complicate. La barra rischia costantemente di esaurirsi se non si è in possesso di un alimentatore a portata di mano. Eppure, il problema non è così irrisolvibile. Esiste un metodo grazie al quale potete avere il vostro smartphone sempre al massimo del suo splendore, senza avere più paura di restare senza il vostro imprescindibile dispositivo elettronico. Vediamo i materiali necessari, il video del procedimento ed un’ulteriore sistema alternativo nelle prossime pagine >

procedimento

2 – Materiali necessari

È necessario servirvi soltanto di una semplice batteria da 9 Volt per risolvere il problema alla radice e fare in modo che il cellulare duri per un arco di tempo molto ampio. Ci vuole un comune caricatore USB per compiere l’intera operazione, senza neanche dover obbligatoriamente usare un nastro adesivo.

Basta un caricatore per automobili e in pochi secondi il gioco è fatto, con l’opportunità di avere a propria disposizione tutto ciò che occorre per una batteria efficiente e duratura. Possono andare bene anche le chiavi di casa, o un qualsiasi oggetto fatto in metallo in grado di condurre elettricità. Il video con il procedimento a pagina 3 >

3 – Procedimento

Ma ora passiamo al procedimento vero e proprio. Ci vogliono davvero pochi e semplici passaggi:

Dovete soltanto posizionare l’estremità del caricatore in corrispondenza del polo positivo della batteria, contrassegnato con il segno +. La distanza tra il pezzo di metallo laterale e il polo negativo (-) va invece colmata con l’ausilio di una chiave. Potete anche prendere un nastro adesivo o isolante per rendere le cose ancora più facili.

A quel punto dovete soltanto collegare il dispositivo che dovete caricare a tutti i costi, che si tratti di uno smartphone, di un tablet o di una macchina fotocamera di ultima generazione. Potete così far crescere l’energia fino a trovare la soluzione definitiva, oltrepassando anche il limite iniziale del 9 Volt senza alcun problema.

caricare plan V

4 – Apparecchio alternativo

Al tempo stesso, in Australia c’è chi ha creato un piccolo apparecchio proprio con il fine di ricercare il cellulare in maniera alternativa. Si tratta di un adattatore denominato Plan V, grazie al quale è appunto possibile caricare un device con soli 9 Volt di intensità. L’apparecchio misura soltanto 4,5 x 1 centimetro, con un peso complessivo di poco meno di 200 grammi.

Può essere collegato direttamente ad un portachiavi e richiede necessariamente l’utilizzo di una pila di 9 Volt, senza possibilità di iniezioni aggiuntive. Se lo smartphone viene collegato a questo piccolo chip, si possono ottenere anche oltre quattro ore di conversazione in più rispetto al solito.

Pagina 1 di 1