Come realizzare un tappeto con i vecchi jeans: il procedimento

1 – Introduzione

Sponsored links

Se avete in fondo all’armadio alcune paia di jeans che non adoperate più e volete recuperarli in maniera creativa, questo tutorial fa proprio al caso vostro. In pochi passi riuscirete a trasformare i vostri pantaloni in uno stupendo quilt, utile da stendere sull’erba fresca durante i pic nic o da adoperare come inusuale tappeto entro le quattro pareti domestiche. Con un pizzico di manualità e di buona volontà riuscirete a creare diversi tipi di quilt e, a vostra discrezione, potrete anche ricamarli o decorarli come meglio preferite.

Occorrente:

  • qualche paio di vecchi jeans; forbici
  • cutter; sagoma quadrata
  • Prendete un paio di jeans e stendetelo sopra un tavolo. Con le forbici tagliate prima la parte terminale delle gambe per eliminare le orlature. Non è necessario effettuare un lavoro particolarmente preciso e accurato. L’importante è che abbiate a portata di mano forbici molto affilate per evitare di fare troppa fatica inutilmente.
  • Successivamente tagliate il jeans nel senso della lunghezza, lungo l’orlatura esterna e togliete la parte superiore contenente le tasche. A questo punto avrete ottenuto un pezzo di jeans abbastanza grande da poter adoperare per ritagliare i vostri quadrati per creare il quilt. CONTINUA DALLA PROSSIMA PAGINA >

2 – Procedimento

  • Procuratevi una mascherina in cartoncino abbastanza rigido di forma quadrata, appoggiatela sulla stoffa e, con il cutter, seguite i suoi contorni. Alla fine avrete ottenuto un perfetto quadrato di jeans. Questa sarà la base per creare il vostro quilt patchwork realizzato interamente con jeans di recupero.
  • Per rendere la vostra creazione più movimentata e bella da guardare, adoperate jeans che abbiano differenti sfumature di blu: da quello molto scuro a quello più chiaro e sbiadito.
  • Per risparmiare tessuto e sfruttarlo al massimo, posizionate la sagoma che avete a disposizione partendo da un angolo della stoffa e procedendo in maniera ordinata. Può capitare che rimangano ritagli abbastanza grandi di jeans: non buttateli ma create una sagoma più piccola quadrata e ritagliate quadretti di dimensioni inferiori. Li potrete intervallare con quelli più grandi oppure usare per dar vita a un’altra coperta per il pic-nic.
  • Chi ha una buona manualità può decorare i vari quadrati con fiori ricamati oppure dipinti con gli appositi colori per la stoffa.

3 – Fasi finali

  • Non buttate via la parte delle tasche ma adoperatela per creare dei particolari quadrati di jeans da inserire nei quilt destinati ad essere adoperati all’aria aperta. Si riveleranno particolarmente utili per contenere in maniera ordinata tovaglioli ma anche tanti altri piccoli oggetti.
  • Una volta che avrete ritagliato tutti i quadrati di tessuto necessari per realizzare una coperta più o meno grande a seconda delle vostre esigenze, armatevi di pazienza e stirateli uno a uno. In questo modo riuscirete a realizzare un lavoro decisamente più preciso e bello da vedere senza grandi sforzi.
  • Successivamente procedete adottando il metodo classico con il quale si realizzano i quilt. Se avete a disposizione una macchina da cucire in due o tre giorni potrete portare a termine il lavoro ma se ne siete sprovviste sarà necessario molto più tempo per realizzare tutte le cuciture necessarie a mano.
Pagina 1 di 1