COME REALIZZARE I FIORI CON LO SMALTO E IL FIL DI FERRO

1- INTRODUZIONE

FIORI-SMATO-E-FIL-DI-FERRO-3

Sponsored links

Tra le tante decorazioni per la casa che possono essere realizzate con materiali di recupero o comunque con oggetti già a portata di mano, si rivelano decisamente piacevoli e particolari i fiori creati con il fil di ferro e lo smalto per le unghie. Crearli può essere un ottimo modo per riciclare uno smalto acquistato in passato e che non si usa mai, magari perché non in grado di valorizzare le unghie. I fiorellini in questione sono in grado di decorare ogni ambiente in modo delicato e gradevole, ma possono essere sfruttati anche per dare vita a un monile, per valorizzare un bracciale, per fare una corona.

Ovviamente, scegliendo gli smalti dei colori che si preferiscono le opportunità di personalizzazione sono praticamente infinite e con il passare del tempo ci si può sbizzarrire dando vita, di volta in volta, a soluzioni sempre diverse. Si può decidere, per esempio, se dare ai petali di un fiore gli stessi colori o se alternare tonalità cromatiche differenti, ma un’idea curiosa può anche essere quella di fare ricorso addirittura agli smalti trasparenti con glitter, che offrono un effetto resina all’insegna della luminosità e del glamour sofisticato. VEDIAMO COME REALIZZARLI DA PAGINA 2 >

2- COSA OCCORRE PER REALIZZARE I FIORI CON LO SMALTO E IL FIL DI FERRO

FIORI-SMATO-E-FIL-DI-FERRO-2

Per realizzare questi fiori molto speciali, c’è bisogno solo di un rocchetto di fil di ferro sottile, di qualche flacone di smalto per le unghie – con i colori che si preferiscono -, di una tronchesina, di una pinza a becco fine, di un’altra pinza e di un cacciavite con un diametro di circa 4 millimetri. La parte della colorazione è, senza dubbio, la più delicata e complicata, specialmente per chi pensa di non avere una buona manualità: il pennello dovrà essere intinto nel flacone di smalto in modo tale che possa essere raccolta una quantità di prodotto consistente che andrà poi stesa nell’incavo dei petali, così che aderisca nel migliore dei modi sul filo di ferro.

Non è detto che una passata possa essere sufficiente e se si pensa che ne sia necessaria qualcuna in più nulla vieta di farlo. Si continua, così, fino a riempire i diversi petali. Per fare in modo che il colore si asciughi senza problemi e senza colare, ci si può servire di un piccolo pezzo di spugna – di quelle che usano i fioristi – per far rimanere la struttura in piedi. Prima della colorazione, però, è indispensabile che i fiori vengano creati con il filo di ferro: ecco come bisogna fare.

3- COME FARE PER REALIZZARE I FIORI CON LO SMALTO E IL FIL DI FERRO

FIORI-SMATO-E-FIL-DI-FERRO-1

Il procedimento è abbastanza semplice e prevede – come primo passo – di tagliare un pezzo di circa 15 centimetri di fil di ferro: in corrispondenza della sua metà occorre mettere la punta di metallo del cacciavite, in modo da dare vita a un occhiello che rappresenterà il petalo. Basta ruotare per un giro e mezzo il cacciavite per ottenere il risultato desiderato: dopodiché si continua nello stesso modo per gli altri petali. Il consiglio è quello di realizzare non più di cinque o sei petali per ciascun fiore, ma ognuno può decidere di procedere come meglio crede.

Una volta che il lavoro è stato terminato, i due lembi di ferro che risultano in eccesso devono essere attorcigliati con una pinza in modo tale da formare lo stelo del fiore; con la tronchesina si taglia il filo di troppo, mentre i petali possono essere lavorati con la pinza a becco fine, in modo tale che sia conferita loro una forma più gradevole e armonica, ovviamente simile alle curve delle corolle. La struttura dei fiori è pronta e a questo punto non resta altro da fare che passare il colore seguendo le indicazioni viste in precedenza. Et voilà, i fiori sono pronti.

Pagina 1 di 1