Come realizzare degli spazi privati in giardino

Realizzare degli spazi privati in giardino può essere un’ottima idea per garantirsi un po’ di riservatezza nel proprio spazio verde: ovviamente, la stessa cosa si può fare anche in un patio o in un terrazzo. Le idee che possono essere messe in pratica sono tante, tra soluzioni funzionali e gradevoli dal punto di vista estetico: anche una zona aperta, insomma, può essere trasformata in uno spazio intimo adottando gli accorgimenti del caso. Non si tratta, insomma, di spazi isolati di grandi dimensioni, ma di luoghi intimi in cui rilassarsi o accogliere gli ospiti rimanendo alla larga da occhi indiscreti e magari facendosi avvolgere e coinvolgere dalla natura, seguendo le proprie preferenze e i propri gusti.

1. I giardini verticali

Se si ha a disposizione un portico, anche se di piccole dimensioni, si può scegliere di valorizzarlo – e al tempo stesso di isolarlo rispetto agli spazi esterni – con dei giardini verticali in grado di dare un tocco di naturalezza e di eleganza. Per esempio, si può ricorrere a dei sacchetti in tela in cui collocare delle piante, meglio se facili da curare e mantenere: le piante aromatiche rappresentano, da questo punto di vista, il meglio che si possa desiderare. Grazie ai giardini verticali, gli spazi privati possono essere protetti, con uno stile rustico e decorativo e qualsiasi sguardo estraneo può essere respinto.

2. Una fila di alberi

Una fila di siepi molto alte o di alberi è il modo più semplice e più naturale per creare una zona intima: ne deriva, infatti, una schermata visiva classica ma sempre gradevole che può prendere il posto di una recinzione. Tante le possibilità di personalizzazione, visto che si possono scegliere le specie che si preferiscono.

3. Il pergolato

Come dimenticare, poi, una soluzione comune ma non per questo banale come il pergolato? Anche questo è un modo per incrementare la privacy, sia in un giardino che in una terrazza, in modo particolare se si vive in condominio o comunque se si abita in un luogo che è circondato da palazzi o altri edifici. Un vero e proprio spazio dedicato al relax, insomma, dentro il quale possono essere inserite piante rampicanti o specie fiorite: e così, in men che non si dica, tutta la zona outdoor acquisisce un aspetto suggestivo e naturale.

4. Una porta orientale

Una soluzione alternativa può essere individuata in una porta in stile orientale, che dà la possibilità di non rinunciare all’aria aperta e alla luce del sole e si integra in modo eccellente con l’ambiente circostante: si ha a disposizione tutta la tranquillità che si desidera.

5. I pergolati in tessuto

Nel caso in cui si abbia l’abitudine di organizzare con una certa frequenza dei pranzi all’aria aperta o comunque delle feste outdoor, ecco che i pergolati in tessuto costituiscono una scelta vincente anche perché consentono di continuare a vedere il giardino. Lo stile può cambiare a seconda del contesto: si può decidere, insomma, se abbinare gli interni della casa con gli esterni, così da realizzare un continuum, oppure se ottenere uno stacco visivo.

6. Gli ombrelloni

Anche degli ombrelloni piuttosto voluminosi, delle tende ampie o dei grandi pannelli possono tornare utili allo scopo e contribuire a creare delle zone riservate in giardino senza rinunciare all’eleganza.

7. I pannelli colorati

Infine, l’ultima idea che vale la pena di prendere in considerazione è quella che chiama in causa i pannelli in plexiglass colorati: è come se si avesse a che fare con delle vetrate, con la differenza che non si è alle prese con un materiale fragile ma con qualcosa che è praticamente indistruttibile e che non può rompersi né rovinarsi in alcun modo.

Pagina 1 di 1