COME ORGANIZZARE I CAVI E LEGGERE IL CONTATORE DURANTE UN TRASLOCO

Uno degli aspetti più delicati a cui è necessario far fronte quando ci si cimenta un trasloco è quello dei cavi e dei fili dei diversi dispositivi elettronici. Il problema diventa tanto più significativo e impegnativo quanto più alto è il numero di device ed elettrodomestici e, quindi, il numero di fili: tra un computer e un impianto stereo, tra un modem e un televisore, il rischio è quello di mescolarli e di metterli insieme. Non solo: a volte si staccano i cavi dal dispositivo a cui sono collegati e poi non ci si ricorda più in che ordine erano disposti. Per evitare questo fastidioso inconveniente, è sufficiente scattare una foto ai cavi ancora in posizione prima di staccarli, così che al momento di riattaccarli il lavoro sarà semplice e rapido.

[metaslider id=27814]

Un altro suggerimento, che in realtà è molto simile, ha a che fare con la lettura del contatore dell’energia. E se, in più, si ha bisogno di ricordarsi della data, o si controlla tra le opzioni e le informazioni riportate dallo smartphone o si mette un quotidiano del giorno di fianco al contatore. Un trucco semplice ma decisamente efficace.

Nel corso di un trasloco, non bisogna dimenticarsi di organizzare le viti in modo adeguato: dopo avere smontato i vari sportelli e i vari complementi di arredo, infatti, si corre il rischio di mischiare le viti tra loro e di non essere, poi, più in grado di riconoscerle e di distinguerle. Un suggerimento utile è quello di mettere le viti all’interno di una di quelle buste di plastica dotate di chiusura, applicandovi una etichetta o un post it su cui scrivere a che mobile fanno riferimento quelle stesse viti. Agendo in questo modo, di sicuro non c’è il pericolo di confondere le viti dell’armadio della camera da letto con quelle della credenza in cucina, per esempio.

Sponsored links
Pagina 1 di 1