Come illuminare la vostra casa con acqua piovana

1 – INTRODUZIONE

Sponsored links

L’acqua piovana dovrebbe essere raccolta in qualsiasi circostanza. Essa consente l’accesso all’acqua fresca e non solo. Infatti, in molti non sanno ancora che l’acqua piovana è in grado di generare energia, illuminando la vostra casa con le sue numerosi funzioni interessanti.

Esiste un marchingegno molto sofisticato in grado di assolvere tale compito in maniera pressoché perfetta. Si tratta del REGN, un collettore d’acqua piovana nato con l’obiettivo di dare vita ad energia elettrica, che andrebbe diffusa per tutta la casa senza difficoltà. Stiamo parlando di una soluzione molto ingegnosa e a basso consumo di corrente, in un periodo storico nel quale le fonti di energia rinnovabili dovrebbero assumere un ruolo di primissimo piano nella nostra società. Il sistema è stato progettato per le zone nelle quali le precipitazioni piovose sono abbastanza regolari e copiose, con l’opportunità di usufruire di acqua piovana praticamente per tutto l’anno e senza alcun rischio di restare a secco.

Finora REGN è soltanto un prototipo, ma si pensa di farlo entrare in produzione nel giro di un arco di tempo non molto lontano. Il dispositivo è modulare ed è fissato a qualsiasi altro tubo esistente.

2 – COME FUNZIONA

L’acqua piovana viene aspirata da un marchingegno che permette di far girare una turbina, in grado di generare e far diffondere un elevato volume di energia elettrica. Un processo abbastanza semplice, elementare, ma che potrebbe consentire alle case del futuro di non avere la necessità di un impianto costoso sotto tutti i punti di vista ed anche abbastanza pericoloso per chi deve ripararlo in caso di guasto.

Il designer Benjamin Koh si è ispirato al movimento degli ombrelloni per dare forma ad un’opera interamente realizzata con fonti d’energia rinnovabili. La sua natura modulare offre la chance di comprendere più unità in serie, con l’opportunità di raccogliere l’acqua direttamente dalla pioggia che cade dal cielo e di filtrare quella potabile da quella non utilizzabile. A tutto questo, bisogna aggiungere la sua capacità di produrre energia totalmente pulita e green, con un basso impatto sull’ambiente circostante.

3 – LA PROGETTAZIONE

La progettazione di REGN è talmente elementare da apparire alquanto sorprendente. Si apre con una sorta di processo ad imbuto, proseguendo con la lievitazione e la generazione di energia elettrica, vero capo saldo di tutto il lavoro. Il prodotto è stato fin da subito molto apprezzato dagli esperti del settore, in quanto ha vinto nel 2015 il prestigioso Red Dot Design Award. Si pensa che possa entrare in produzione nei prossimi anni, fungendo da perfetto generatore di corrente capace di illuminare ed alimentare una vasta area.

Pagina 2 di 1