COME ELIMINARE LA MUFFA CON L’ACQUA OSSIGENATA

INTRODUZIONE

COME-RIMUOVERE-LA-MUFFA-CON-L'ACQUA-OSSIGENATA-1

Sponsored links

Il problema numero uno di una casa è la muffa, che si forma sulle pareti in presenza di umidità. Come risultato, muri, intonaco e/o carta da parati vengono rovinati, nonostante ci premuriamo di aerare tutti gli ambienti compreso il bagno, quello dove si concentra l’umidità e che dunque risulta sempre più a rischio muffa.

Eliminare la muffa alla radice richiede interventi di manutenzione specifici, ma spesso non si hanno le competenze per farli da sé oppure non si dispone del denaro per assumere una persona qualificata. Ciò non vuol dire però che dobbiamo arrenderci e convivere con la muffa, compromettendo la qualità della nostra vita: possiamo infatti adottare soluzioni casalinghe per eliminare la muffa in maniera naturale e prevenire la sua ricomparsa.

In questo articolo scopriremo come eliminare la muffa con l’acqua ossigenata, un prodotto facile da reperire ma che si rivela un prezioso alleato nella salvaguardia delle nostre pareti (e della nostra salute). Il metodo che stiamo per illustrare è molto semplice e permette di rimuovere la muffa da quelle zone in cui è solita accumularsi, per esempio l’angolo del bagno in cui è disposta la doccia. È lì, infatti, che si crea una concentrazione maggiore di umidità, dato che il vapore sprigionato dall’acqua calda dà il via libera al formarsi della muffa, chiaramente visibile sulle pareti annerite.

COSA OCCORRE PER ELIMINARE LA MUFFA CON L’ACQUA OSSIGENATA

COME-RIMUOVERE-LA-MUFFA-CON-L'ACQUA-OSSIGENATA-2

Come per ogni cosa, la prevenzione è fondamentale. In questo caso, per prevenire la formazione della muffa, la prima cosa da fare è assicurarsi di arieggiare gli ambienti, soprattutto il bagno. Per cui, una volta finito di fare la doccia, è bene non dimenticarsi di aprire la finestra in modo tale da favorire il ricambio dell’aria e di evitare il ristagno di umidità.

Ma quando ciò non è sufficiente, ci conviene munirci di un prodotto che in questo senso può rivelarsi miracoloso nella lotta alla muffa: il perossido di idrogeno (acqua ossigenata) al 3%. Tutto qui: l’acqua ossigenata è l’unica cosa che ci serve per mettere a punto questo metodo fai da te per eliminare la muffa.

Dove acquistare l’acqua ossigenata? In una farmacia qualsiasi oppure nei negozi di prodotti per la cura della persona. Con pochi euro è possibile acquistare questo prodotto dalle tante proprietà, che può tornare utile in casa in molte occasioni.

In questo caso, l’acqua ossigenata ci permetterà di rimuovere la muffa dalle nostre pareti in poco tempo e in maniera naturale, senza ricorrere a interventi particolari e senza utilizzare prodotti chimici dalla formulazione aggressiva che possono irritare la pelle e la mucosa nasale. Passiamo ora al metodo vero e proprio e scopriamo come eliminare la muffa con l’acqua ossigenata.

COME FARE PER ELIMINARE LA MUFFA CON L’ACQUA OSSIGENATA

COME-RIMUOVERE-LA-MUFFA-CON-L'ACQUA-OSSIGENATA-3

Eliminare la muffa con l’acqua ossigenata è molto semplice: basta versarla in un flacone spray e vaporizzarla in maniera uniforme su tutta la macchia di muffa. Dopo averlo fatto bisogna fare agire il prodotto, per cui dobbiamo aspettare una decina di minuti affinché l’acqua ossigenata faccia il suo dovere. Durante questi dieci minuti il perossido di ossigeno, che è un antibatterico naturale, eliminerà i batteri responsabili della formazione della muffa in tutta sicurezza.

Trascorsi dieci minuti possiamo rimuovere il prodotto dalla parete. Per farlo serviamoci di un panno morbido e pulito e passiamolo sulla parte in modo delicato, per eliminare ogni traccia di muffa e di acqua ossigenata. Non dimentichiamo in questa fase di indossare dei guanti per proteggere la pelle delle nostre mani, che potrebbe irritarsi.

Con pochi gesti vedremo che a ogni passata la macchia sparirà gradualmente, restituendoci una parete completamente ripulita dalla muffa. Ecco come in pochi minuti e in maniera naturale potremo dire addio alla muffa, proteggendo le pareti dall’eventuale riformarsi di antiestetiche e pericolose macchie.

Sponsored links
Pagina 1 di 1