Come eliminare i pesticidi da frutta e verdura in modo naturale

L’Italia è una nazione particolarmente ricca per ciò che riguarda il settore agroalimentare. Frutta e verdura poi, sono uno dei fiori all’occhiello della produzione nazionale. Certo, per avere frutta e verdura che non sia solo buona, ma anche bella da vedere – come vuole il mercato – è necessario utilizzare molte sostanze chimiche, tra anticrittogamici e fitofarmaci. Sostanze che, se da un lato evitano che i frutti e le verdure vengano colpiti da malattie o dagli attacchi degli insetti e degli animali, oppure – nel caso degli erbicidi – non permettono la crescita di piante infestanti, dall’altro li avvolgono con sostanze che, alla lunga, possono penetrare oltre la buccia o comunque, rendere tossici gli alimenti.

Per questo motivo, è molto importante il momento del lavaggio della frutta e della verdura, per non rischiare anche gravi conseguenze sulla salute. Per ciò che riguarda la categoria dei pesticidi, o erbicidi, si tratta di sostanze chimiche che servono – come già spiegato – a controllare la crescita di piante infestanti, nell’area di produzione delle piante da frutta o della coltivazione di verdure. Servono anche per tenere lontani gli insetti. Ma, purtroppo, sono veri e propri veleni per il nostro organismo, tanto che, possono – addirittura – essere cancerogeni e anche, creare disfunzioni endocrine, giungendo a danneggiare lo sviluppo armonico nei bambini. Non basta, perché questi prodotti chimici usati ampiamente in agricoltura, possono seriamente mettere in pericolo il sistema nervoso e neuronale degli esseri umani e portare a forme di sterilità. Motivi che devono portare tutti noi a mettere in atto azioni decise di pulizia, prima di consumare questi frutti della natura.

L’acqua, da sola, potrebbe non essere sufficiente a rimuovere tutti i residui di sostanze chimiche utilizzate per la produzione agricola. Sarebbe meglio, utilizzare – durante il lavaggio – uno spazzolino morbido, da passare sulla frutta e la verdura, in maniera da esser certi di scrostare via le sostanze tossiche. Ricordare anche, di non lavare frutta e ortaggi se non poco prima di consumarli. Se vengono conservati lavati, possono marcire con maggior rapidità.

Una miscela naturale per eliminare le sostanze chimiche da ortaggi e frutta

Ci sono poi alcune soluzioni naturali, che si possono facilmente adottare, per garantire una maggior sicurezza alimentare. Ad esempio, basta creare una miscela a base di acqua, il succo di un limone e due cucchiai di aceto bianco, da inserire dentro una bottiglietta spray, e irrorare frutta e verdura dopo averla lavata con attenzione sotto l’acqua corrente.

Oppure, potete usare una soluzione a base di acqua, cui dovrete aggiungere ½ tazza di aceto di mele, che si trova facilmente nei supermercati, e tre cucchiai colmi di sale fino, in cui immergerete la frutta oppure la verdura, lasciando agire per una ventina di minuti. Non avete in casa il Limone o l’aceto di mele? Ricordate che, il semplice bicarbonato di sodio, è un eccellente disinfettante naturale per gli ortaggi e la frutta. Dopo aver effettuato il lavaggio con acqua corrente, diluite un cucchiaio di bicarbonato in una bacinella colma di acqua, e lasciate immersa la frutta o la verdura per alcuni minuti. Nel caso delle ciliegie, non prolungate troppo l’ammollo in acqua e bicarbonato, perché potrebbero gonfiarsi e spaccarsi.

Pagina 1 di 1