COME ELIMINARE I GRAFFI DALLA CARROZZERIA

1- INTRODUZIONE

RIMUOVERE-GRAFFI-CARROZZERIA-1

Sponsored links

Per eliminare i graffi dalla carrozzeria della propria auto non è necessario ricorrere ai servizi costosi di un meccanico in officina: si può pensare a questa operazione anche in prima persona, cimentandosi nella rimozione di tutti i segni sulla macchina in modo semplice e nel giro di breve tempo. Il segreto sta nel disporre di materiali e strumenti ad hoc: per esempio, la cera per auto, che serve a fare in modo che sulla carrozzeria venga ricreato un effetto lucido originale e che deve essere applicata con un movimento circolare: una volta che è stata lasciata asciugare per un paio di minuti, si usa un panno asciutto per pulire la superficie e il gioco è fatto.

Ma prima di usare la cera c’è bisogno anche di un detergente per auto, a cui si può ricorrere nel caso in cui, dopo che il graffio è scomparso, la superficie non sia brillante come ci si potrebbe attendere. Un detergente di questo tipo va vaporizzato direttamente sulla superficie e quindi distribuito con l’aiuto di un panno fino a che non si asciuga. Ma andiamo a scoprire quali sono i materiali da tenere a portata di mano per eliminare ogni graffio dalla superficie della carrozzeria delle auto. CONTINUA DA PAGINA 2 >

2- COSA OCCORRE PER ELIMINARE I GRAFFI DALLA CARROZZERIA

RIMUOVERE-GRAFFI-CARROZZERIA-5

L’occorrente è rappresentato dal detergente per auto, dal sapone, dalla cera per auto, dall’acqua calda, da una spugna, dalla carta vetrata, da un panno in microfibra e da un po’ di nastro di carta adesivo. Le precauzioni da adottare per trattare i graffi sulla carrozzeria in maniera adeguata sono molteplici: per esempio, il foglio di carta vetrata deve essere avvolto sulla spugna e quando si agisce è bene accertarsi di non premere la stessa in modo esagerato, per evitare danni ulteriori.

Il consiglio è quello di cominciare dal fondo, risalire e giungere in cima: una tempistica di dieci o quindici secondi deve bastare anche in presenza di un graffio piuttosto profondo. Per essere sicuri che il graffio sia del tutto scomparso, basta passare il panno in microfibra e verificare la situazione: se non si è soddisfatti del risultato, non c’è altro da fare che passare di nuovo la carta vetrata. Quindi si può fare a meno della carta vetrata e continuare con la spugna, sempre usando la massima delicatezza possibile e cercando di focalizzarsi sulla parte del graffio più profonda. Ma vediamo più nel dettaglio qual è la procedura che deve essere seguita per dire addio ai graffi sulla carrozzeria.

3- COME FARE PER ELIMINARE I GRAFFI DALLA CARROZZERIA

RIMUOVERE-GRAFFI-CARROZZERIA-9

Una volta che i graffi sono stati ben individuati e localizzati, è necessario pulirli: per fare ciò è sufficiente spruzzare, in corrispondenza della superficie danneggiata, un po’ di acqua saponata, per poi passarvi sopra uno straccio. Così facendo, si ha la certezza di rimuovere lo sporco e di eliminare il grasso e, di conseguenza, di trovare i graffi più facilmente. E se dopo la pulizia si nota che i segni sono scomparsi, tanto meglio così: vuol dire che una pulizia profonda è stata sufficiente a risolvere i problema. Quando si passa lo straccio, è bene accertarsi di aver rimosso dal panno le etichette eventualmente presenti, per non correre il pericolo di graffiare la carrozzeria ancora di più.

Una volta che le operazioni di pulizia sono state concluse, occorre isolare l’area: il che, in sostanza, vuol dire porre attorno alle zone che devono essere trattate un po’ di nastro adesivo. Anche questa procedura ha lo scopo di rendere più semplici da individuare i segni: il consiglio è quello di mettere il nastro adesivo due o tre centimetri sopra e due o tre centimetri sotto i graffi. Un suggerimento che vale la pena di mettere in pratica è quello che prevede di tagliare i pezzi di nastro in modo tale che siano lunghi quanto i graffi, così da essere certi della loro posizione, di dove cominciano e di dove si concludono. Dopodiché, arriva il momento di operare sui graffi e di scartavetrarli: c’è bisogno della carta vetrata, che sarà differente a seconda dell’entità del danno. In particolare, per un segno superficiale si può adoperare la carta vetrata da 5000, mentre per un segno più profondo (si nota se passando le dita sopra si sente graffiare) occorre la carta vetrata da 3000. Sul graffio deve essere vaporizzata di nuovo l’acqua saponata, che andrà messa anche sulla carta vetrata. Quindi si può procedere.

Pagina 1 di 1