Come creare deodoranti naturali

deodorante-naturale-fai-da-te

Chi l’ha detto che per essere sempre puliti e profumati si debba fare ricorso esclusivamente a prodotti chimici e artificiali? Ecco come realizzare dei deodoranti naturali in maniera semplice ed efficace: ce n’è per tutti i gusti.

Il deodorante spray naturale

Un esempio di deodorante naturale è quello spray, a base di bicarbonato: questo prodotto permette da un lato di cancellare gli odori poco gradevoli e dall’altro lato di esercitare un’importante azione contro i batteri. Per realizzarlo, c’è bisogno di acqua distillata e bicarbonato di sodio, oltre che di olio essenziale (con la fragranza che si preferisce). Per quel che riguarda le dosi, ogni litro di acqua distillata servono sedici cucchiai di bicarbonato e una sessantina di gocce.

Dopo avere mescolato il bicarbonato e l’acqua in un contenitore fino a quando non si è ottenuta una soluzione omogenea, occorre far riposare il tutto per almeno un’ora; dopodiché, il liquido va filtrato e versato in uno spruzzino, al quale andranno aggiunte le gocce di olio. Ed ecco fatto, il deodorante spary naturale è pronto e può essere usato ogni volta che si vuole; si conserva in un luogo asciutto e fresco e va agitato prima di utilizzarlo, come un deodorante classico. Vediamo invece, come realizzare il deodorante stick naturale nella prossima pagina >

deodorante-fai-da-te-stick

Il deodorante stick naturale

L’alternativa allo spray è rappresentata dal deodorante naturale in stick: anche in questo caso, il bicarbonato di sodio è tra gli ingredienti principali. La lista degli ingredienti include mezza tazza di bicarbonato, dieci gocce di olio essenziale della fragranza che si desidera, mezza tazza di amido di mais e due cucchiai di olio normale. La preparazione prevede di mescolare l’amido, il bicarbonato e l’olio essenziale, amalgamando gli ingredienti il più possibile; quindi, si prosegue aggiungendo l’olio normale e continuando ad amalgamare. A questo punto è necessario prendere un vecchio deodorante stick per sfruttarne il dosatore, inserendovi il composto ottenuto.

Prima di utilizzarlo per la prima volta, è bene farlo riposare per almeno un paio di giorni. Nel caso in cui si debba fare i conti con una pelle piuttosto sensibile, le dosi degli ingredienti possono essere cambiate, riducendo la quantità di bicarbonato e aumentando la quantità di amido. Per quel che riguarda la tipologia di olio essenziale, ci si può basare sulle preferenze personali, tenendo conto che quello all’arancio è un eccellente battericida e fungicida, mentre quello al limone è un disinfettante perfetto e in più consente di eliminare tutti gli odori. L’olio alla lavanda, infine, è un lenitivo e anti infiammatorio più che efficace.

Pagina 1 di 1