COME COSTRUIRE “BOX GARDEN” SOPRAELEVATO (verdure nel nostro passo carraio o terrazzo)

State cercando una soluzione originale per le vostre piante biologiche? Allora questi contenitori rialzati in legno di cedro sono quello che fanno al caso vostro! Sono dei contenitori che mantengono un’ottima umidità del terreno e che allo stesso tempo daranno un aspetto gradevole al vostro giardino od al vostro balcone. Vediamo come fare a costruirne uno!

1. Lista materiali occorrenti per ogni contenitore:

  • 4 tavole in legno di cedro spesse 3 centimetri, alte 15 e lunghe 240 centimetri (le dimensioni sono indicative, dipende dalle vostre esigenze);
  • 1 tavola in legno di cedro spessa 2,5 centimetri, alta 15 e lunga 240 centimetri per realizzare gli angoli
  • Viti da legno e chiodi; Tessuto nero in naylon
  • Martello e trapano; Pistola sparachiodi; Sega circolare o da tavolo

2. Procedimento:

A) Tagliare le 4 tavole in legno di cedro da 240 centimetri a metà per ottenere 8 tavole della stessa lunghezza (lato lungo di 120 centimetri).

B) Tagliare la tavola in legno di cedro da 240 centimetri in 8 parti uguali che saranno alte circa 30 centimetri. Continua dalla prossima pagina >

C) Montare il primo livello della cornice, assemblando i 4 lati della scatola ottenendo un quadrato quasi perfetto utilizzando le viti. Per facilitare l’operazione è necessario praticare agli angoli dei fori con il trapano (fare molta attenzione visto che i fori verranno fatti in prossimità delle estremità della tavola, che potrebbe dividersi facilmente).

D) Dopo aver assemblato la prima cornice, ripetere i passaggi precedenti per realizzare il secondo strato che avrà dimensioni identiche al primo. Unire i due strati utilizzando alcune fascette oppure tramite una classica morsa a F da falegname, assicurandosi che entrambi gli strati siano perfettamente allineati lungo tutto il bordo del contenitore.

E) Posizionare le 2 delle 8 tavolette in legno ad un angolo del contenitore, fissandole lungo il bordo utilizzando dei chiodi.

F) Ripete l’operazione precedente sugli altri 3 angoli del contenitore.

G) Foderare l’interno dei contenitori utilizzando il tessuto nero in naylon (è possibile saltare questo passaggio se si pensa di installare i contenitori direttamente sul terreno).

I contenitori rialzati sono un’ottima soluzione per chi non ha un giardino a disposizione, ma intende realizzare un orto completamente biologico sul proprio balcone o su un terrazzo.

3. Come realizzare un’orto biologico sul balcone

La prima cosa da valutare prima di realizzare il proprio orto biologico è l’esposizione del balcone, perché le colture ortive per svilupparsi in maniera adeguata hanno bisogno di una buona esposizione alla luce del sole. Le migliori esposizioni sono quelle a sud-ovest e sud-est, che prendono molta luce, evitando il sole nelle ore più calde della giornata, mentre le esposizioni peggiori sono quelle a nord, che rendono difficili alcune coltivazioni, come ad esempio quelle del pomodoro e del peperoncino.

I contenitori rialzati sono ottimi per chi ha un ampio spazio a disposizione nel proprio terrazzo. Il terreno da inserire all’interno del contenitore del vostro orto biologico deve essere composto da diversi elementi, equilibrati tra loro, che garantiscano alle coltivazioni biologiche le sostanze nutritive. Sul fondo del contenitore andrà posato uno strato di argilla espansa, che garantisce un buon drenaggio del terreno, sopra la quale verrà posato il terriccio.

Tra le colture ortive, le più facili da coltivare sono cipolle o l’aglio, che non hanno bisogno di molto spazio e che si adattano molto bene anche a condizioni difficili (poco spazio e poca luce). Le colture migliori sono sicuramente pomodori, peperoni e melanzane, per le quali però è necessario avere dei contenitori profondi (almeno 30/40 centimetri)  per le quali bisogna rispettare le giuste distanze. Inoltre per questo tipo di colture sarà necessario prevedere dei sostegni adeguati per sorreggerle durante la loro crescita.

Pagina 1 di 1