CHARLIE CHALLENGE: RICOVERATA UNA 15ENNE, È GIÀ IL 3° CASO. COME FUNZIONA?

image

Una fortissima crisi del sistema nervoso ha fatto finire all’ospedale una quindicenne di napoli. La causa del malore è probabilmente da attribuirsi al nuovo gioco esoterico sul web, di moda tra i più giovani, maggiormente influenzabili da ciò che può essere ritenuto “pericoloso”.

Il gioco si svolge così, iniziando da queste 2 semplici domande: “Charlie, ci sei? Charlie, possiamo giocare?”

E’ necessario un foglio di carta da dividersi in 4 quadranti. Su due di essi si scrive “SI”, sui restanti due si scrive “NO”. subito dopo si prendono due matite da disporsi al al centro della griglia, una in orizzontale e l’altra sopra in verticale a formare una croce. A questo punto il “gioco” inizia invocando il fantasma di Charlie, un bimbo che si tolse la vita a soli 10 anni, e gli si fanno domande sul proprio futuro. Domande alle quali potrà rispondere con un “Sì”o con “No” spostando la matita sulle risposte nei quadrati. L’ARTICOLO CONTINUA >>

20150622_charlie

Questo gioco all’apparenza è innocuo ma non per tutti. Infatti per i più deboli può portare a vere e proprie psicosi, suggestionando a tal punto da creare un forte stress psicologico. Rosanna Saccone, è il medico del 118 che a bordo dell’ambulanza intervenuta a seguito della crisi della ragazzina, spiega quanto ha trovato al suo arrivo: “Non avevo mai visto prima d’ora una crisi nervosa così intensa in una ragazzina così giovane, – dice – era terrorizzata dall’idea del vomito, si buttava addosso acqua per pulirsi.

 

 

Pagina 1 di 1