Buccia di cipolla: perchè non gettarla? Le proprietà inaspettate

proprieta-buccia-cipolla 22

Chiunque sappia districarsi tra i fornelli, non necessariamente per preparare piatti complessi e raffinati  degni di un programma tv ma anche per cucinare un semplice piatto di pasta, sa bene che tra le cose che non devono mai mancare in cucina c’è la cipolla. Nonostante affettarla sia per molti poco piacevole perché spesso e volentieri ci si ritrova lì con il coltello in mano e gli occhi che lacrimano, la cipolla rientra nell’abc della cucina e non bisognerebbe mai restarne sprovvisti.

Solitamente la parte più utilizzata della cipolla è quella interna, proprio quella che ci fa lacrimare una volta tagliata, che si impiega sia per la preparazione dei piatti che per la realizzazione di rimedi fai da te a scopo curativo. Come le nostre nonne ci hanno insegnato, infatti, la cipolla può essere un valido aiuto nella preparazione di infusi e decotti per la cura dell’influenza oppure, per esempio, per lenire le scottature della pelle in maniera naturale semplicemente poggiando una fetta sulla parte ustionata. Sarà per abitudine oppure per convinzione, fatto sta che la maggior parte delle persone si limita a utilizzare l’interno della cipolla buttando via la buccia, senza sapere che quest’ultima è anch’essa estremamente utile. Continua da pagina 2 >

CIPOLLE-2

Labuccia di cipolla, infatti, possiede proprietà nutritive derivanti dalle sostanze  in essa contenute, che non possono che apportare benefici. Cosa contiene in particolare, che possa contribuire a salvaguardare la nostra salute? Numerosi componenti preziosi per l’organismo: fibre ma anche flavonoidi, vitamine (A, C ed E) e antiossidanti. La buccia di cipolla, come hanno dimostrato gli studi di settore, porta con sé anche delle proprietà antimicotiche, antibatteriche, antiossidanti e antitumorali.

L’alto contenuto di fibre contenuto nelle bucce di cipolla ne fanno un alimento ideale durante la dieta, dato che le fibre favoriscono il transito intestinale ma anche il mantenimento di un giusto livello del ph dell’intestino. Inoltre, aiutano il colon a smaltire i residui tossici e a rimanere pulito, evitando l’accumulo di elementi che alla lunga possono risultare nocivi e favorire l’insorgere di disturbi o patologie.

cipolla

Per quanto riguarda la presenza di flavonoidi, è stato dimostrato che le bucce di cipolla ne contengono una tipologia in particolare: la quercetina, che favorisce il benessere dell’apparato cardiocircolatorio poiché tiene sotto controllo la pressione del sangue e riesce anche a prevenire l’ostruzione delle arterie. La quercetina ha inoltre un’altra proprietà: funge da leggero sedativo favorendo lo stato di calma e il sonno, rappresentando un valido aiuto per chi ha difficoltà a dormire.

Le bucce di cipolla, dunque, sono un bel mix di sostanze che sarebbe un peccato sprecare. La prossima volta che utilizziamo una cipolla, non buttiamole via ma utilizziamole in maniera tale da usufruire dei loro tanti benefici. Come farlo, però? Facendone un infuso da bere in qualunque momento della giornata. La preparazione è semplice: bisogna semplicemente mettere la buccia di cipolla in una tazza e versarvi sopra dell’acqua bollente. A questo punto non si deve fare altro che aspettare quindici minuti per far riposare, filtrare e bere caldo oppure freddo, a seconda delle preferenze.

Pagina 1 di 1