Alluvione a Genova: 1 morto. Città sommersa

Alluvione a Genova: 1 morto. Città sommersa

Sponsored links

A Genova, a causa delle forti piogge, tra giovedì e venerdì 10 ottobre sono esondati tre torrenti: il Bisagno, che attraversa la città, il Feregiano e lo Sturla nella zona est.

Immagini che hanno riportato alla mente l’alluvione del 2011, in cui morirono sei persone. Nel capoluogo ligure dalle prime ore della giornata odierna non piove più ma permangono alcune zone ancora prive di energia elettrica con strade ancora allagate e piene di detriti

Una persona è morta nella zona di Brignole: è un uomo di 57 anni il cui corpo è stato trovato nell’acqua vicino ad un tunnel proprio dove il Bisagno ha rotto gli argini e dove l’acqua ha raggiunto i due metri di altezza. Durante la notte una quindicina di persone sono state portate al pronto soccorso per fratture da cadute, malori e attacchi di cuore.

Oggi tutte le scuole, comprese le università, e i mercati cittadini rimarranno chiusi.

I danni in città sono enormi: tutta l’area della foce del torrente Bisagno è sommersa di fango e acqua così come quartieri retrostanti Brignole. Auto, moto, cassonetti sono ammassati dove sono stati sospinti dalla furia dell’acqua. La piena ha portato devastazione in tutta l’area di Brignole, investendo negozi, fondi, cantine, portoni, appartamenti al piano terreno. Fango e detriti sono ovunque.

E l’Arpal ha emesso un bollettino di avviso per l’alta probabilità di temporali forti per tutta la giornata di oggi.

Pagina 1 di 1